Centro parrocchiale San Giovanni Battista di Cuneo: giochi di colore con involucri Palagio Engineering

21 Ott Centro parrocchiale San Giovanni Battista di Cuneo: giochi di colore con involucri Palagio Engineering

parr_cuneo6

Una gioia per gli occhi che invita la comunità a partecipare attivamente alla vita parrocchiale, un centro moderno e funzionale che non si pone in contrasto con l’architettura preesistente, ma ne esalta l’apertura al dialogo. Nella realizzazione della parrocchia San Giovanni Battista di Cuneo le pareti ventilate e schermature frangisole multicolore di Palagio Engineering si sono rivelate fondamentali per l’estetica e la funzionalità della struttura.

parr_cuneo5

Il progetto, affidato all’Arch. Luca Soave e allo Studio del Geom. Emilio Dalmasso, risponde alle esigenze aggregative, formative e ludiche proprie di una comunità parrocchiale attiva. Il nuovo edificio, modellato su pianta semicircolare come un abbraccio che racchiude un polmone verde, protegge i fruitori dalla strada, nascondendo e svelando al tempo stesso le funzioni di cui è promotore. Nel nuovo volume, impostato su un solo piano e suddiviso in due blocchi uniti dall’ingresso principale, sono ubicate aule catechistiche, un salone polivalente ed un vano tecnico. Tutti i locali si dispongono in senso radiale, distribuiti lungo il perimetro della pianta e separati da un corridoio curvo illuminato da forometrie zenitali.

parr_cuneo9

Le scelte progettuali sull’involucro edilizio sono state guidate da un approccio sostenibile, dalla ricerca del comfort e dalla massima riduzione dei consumi energetici. Per questi motivi, la scelta dei materiali è stata finalizzata all’ottimizzazione energetica e al conseguimento di alte prestazioni sia a livello termico, sia per quanto riguarda la luminosità all’interno degli spazi abitati. Le pareti ventilate e le schermature frangisole in terracotta di Palagio Engineering si sono rivelate perfette per lo scopo data la loro efficienza energetica, il controllo termico, la protezione acustica e per la naturalità del materiale utilizzato.

parr_cuneo7

Il rivestimento della struttura vede protagonisti gli elementi tubolari in terracotta imprunetina, tipo TerraTube, sezione quadra 60×60, con finitura naturale di estrusione nel colore tipico del rosso imprunetino, alternata a finiture in majolica nei 4 colori ciano, rosso, verde e blu. Posati con orditura verticale, gli elementi Terratube raggiungono lunghezze di 2200 mm e seguono l’andamento curvilineo dei tamponamenti. La stabilità conferita ai tubolari dall’anima in alluminio è massimizzata da una struttura portante a orditura orizzontale in alluminio anodizzato argento e acciaio inox che li ancora all’edificio.

parr_cuneo4

Un centro parrocchiale unico nel suo genere, un mondo a colori che mantiene intatte le qualità di pregio, resistenza e durevolezza tipiche del cotto imprunetino. Il disegno del nuovo edificio è improntato alla leggerezza compositiva, al ritmo continuo delle forometrie ed ai giochi di colore delle schermature frangisole. Come afferma l’Arch. Soave: “Un’architettura schietta, meditata, curata nella scelta dei vuoti e dei pieni, nella scelta dei materiali, protesa a conferire pregnanza ambientale al progetto”.

parr_cuneo2

Parish centre of Cuneo, San Giovanni Battista: colour games with Palagio Engineering cladding

A delight for the eyes that invites the community to actively participate in parish life, a modern and functional centre that does not contrast the existing architecture, but exalts its openness to dialogue. The multicolor wall claddings and sunscreen systems by Palagio Engineering have proved fundamental to the aesthetics and functionality of the structure of San Giovanni Battista Parish in Cuneo.

The project, committed to Architect Luca Soave and Surveyor Emilio Dalmasso, meets the requirements of aggregation, education and recreation typical of an active community life. The new building with a semicircular shape that hugs internally a green area, protects the users from the street, hiding and revealing at the same time the functions of which it is the promoter. The new volume, which is set over one floor and divided into two blocks connected by the main entrance, houses catechism classrooms, a multipurpose hall and a technical room. All rooms are arranged in a radial direction, distributed along the perimeter of the plant and separated by a curved corridor illuminated by zenithal perforated patterns.

The architect’s choices regarding the exterior cladding of the building have been driven by a sustainable approach, the research for comfort and maximum reduction of energy consumption . For these reasons, the selection of materials has been aimed to maximize efficiency and to achieve high thermal performance and optimized internal luminosity of the inhabited spaces. The terracotta wall claddings and sunscreen systems by Palagio Engineering have proved to be perfect for the purpose grace to their energy efficiency, thermal control, acoustic protection and the naturalness of the material.

The wall cladding of the building sees as protagonist terracotta elements,  type Terratube, with square section 60×60 mm and a natural finish in the typical red terracotta color of Impruneta, alternating elements with majolica finish in 4 different colors  cyan, red, green and blue. The elements with a length of 2200 mm are installed vertically and follow the curve of backup wall. The stability conferred to the terracotta tubes by their internal aluminum profile is maximized by a horizontal primary structure in silver anodized aluminum, fixed to the building with stainless steel anchors.

An unique Parish center, a world of color that preserves the qualities of prestige, strength and durability typical for Impruneta terracotta. The design of the new building is marked by the lightness of composition, by the continuous rhythm of perforated patterns and by the color games of the sunscreens. As stated by the Arch. Soave: “A sincere architecture, contemplated,  with a careful choice of solids and empty spaces and of materials, reaching out to give environmental significance to the project.”